Come scrivere la relazione imgIn molti ci avete chiesto come realizzare una buona relazione dopo aver preso parte ad uno dei nostri seminari.
Per aiutarvi a fare ciò, abbiamo scritto una piccola guida e un esempio di relazione che puoi trovare a QUESTO LINK.

DI COSA SI TRATTA

La relazione in questione è da intendersi esclusivamente come un supporto didattico messo a disposizione dalle associazioni studentesche Vivere Ingegneria e Vivere Ateneo per gli studenti che abbiano necessità di comprendere come scrivere una relazione per i seminari a cui prendono parte. Si ringraziano i colleghi Pirrotta, Wang, Inzerillo e Castellana per il contributo.

 

SUGGERIMENTI

Per scrivere una relazione che vada bene in ogni circostanza, è necessario:

  • scrivere un testo di almeno 700 parole;
  • utilizzare gli appunti presi durante il seminario;
  • utilizzare le slide eventualmente fornite dai relatori;
  • integrare concetti mediante l’utilizzo di libri e di internet.

La relazione che leggerai segue un’impostazione schematica molto semplice:

  1. Dati anagrafici dello studente;
  2. Introduzione molto generale riguardo i temi trattati dal seminario;
  3. Informazioni varie riguardante luoghi, date, organizzatori e scopo del seminario;
  4. Descrizione dell’argomento generale trattato durante il seminario;
  5. Breve descrizione degli interventi dei singoli docenti;
  6. Conclusione.

Nel nostro esempio di relazione, i punti 4 e 5, sono ripetuti due volte poiché il seminario consiste di due giornate.

In generale, non è necessario analizzare gli interventi di ogni relatore, così come è possibile parlare di una sola giornata o di un solo argomento.
Lo scopo della relazione è quello di dimostrare al docente che si occuperà di correggerle che, in linea generale, lo studente ha compreso i contenuti del seminario.

DALLA RELAZIONE AI CFU
Così come per ottenere i CFU di un insegnamento è necessario sostenere un esame, anche per i seminari è necessario dimostrare di avere compreso i contenuti dello stesso: per farlo è necessario redigere una relazione che sia almeno da 18 (ovviamente non è previsto alcun voto per la relazione, sul piano di studi verranno caricati solamente i CFU dell’idoneità).

Per la convalida dei CFU, ogni corso di laurea segue un regolamento diverso.
Per tale motivo, è consigliato rivolgersi ai nostri rappresentanti per scoprire come richiedere l’accreditamento dei CFU sul proprio piano di studi.