Seminario “L’impegno italiano nella ricerca biomedica: dalle nanotecnologie ai biotessuti”

Vivere Ingegneria ha il piacere di presentare il proprio primo seminario organizzato totalmente in modalità telematica.

Il nome del seminario è “L’impegno italiano nella ricerca biomedica: dalle nanotecnologie ai biotessuti” e si svolgera su Microsoft Teams in due giornate: il 5 maggio dalle ore 15:30 e il 12 maggio dalle ore 15:30. Ciascun incontro avrà durata di circa 3 ore.

Il codice per accedere alla live del seminario verrà comunicato nel gruppo Telegram ufficiale dell’evento. Per essere aggiunti al gruppo basta iscriversi al modulo Google seguente. Il link del gruppo ti verrà fornito se l’iscrizione andrà a buon fine.

ATTENZIONE
1) Accedere al modulo Google con la mail istituzionale nome.cognome@community.unipa.it
2) Ai fini dell’attribuzione dei CFU è necessario completare un test a tempo somministrato per via telematica al termine delle singole conferenze.
NON è prevista pertanto la realizzazione di una relazione così come avvenuto in precedenti seminari.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

Il seminario è stato presentato ai corsi di studio in:
– Ing. Biomedica LT (1 CFU)
– Ing. Biomedica LM (da approvare)
– Ing. Chimica (da approvare)
– Ing. Cibernetica (da approvare)
– Ing. Elettronica (1 CFU)
– Ing. Gestionale (1 CFU)
– Ing. Meccanica (1 CFU)

DESCRIZIONE DEL SEMINARIO

Il mondo dell’Ingegneria Biomedica è vasto e, in buona parte, ancora inesplorato. A questo proposito, i ricercatori italiani si impegnano quotidianamente per garantire un supporto sempre maggiore alla sanità tramite tecnologie sempre più avanzate.

Il seminario in oggetto si articola in due incontri ed abbraccia alcune delle branche più particolari del settore:

  • Prima giornata: Cardiac Tissue Engineering
    05/05/2020 – dalle ore 15:30 – Microsoft Teams

Antonio D’Amore si è laureato in Ingegneria Meccanica all’Università di Palermo e, dopo la laurea specialistica in Ingegneria Biomedica all’Imperial College di Londra, ha conseguito il dottorato di ricerca in Biomechanics and TissueEngineering all’università di Pittsburgh, dove da anni svolge attività di ricerca. Oltre ad illustrare i fondamenti della sua attività, parlerà del percorso professionale che lo ha condotto negli States.

  • Seconda giornata: Nanoantenne e sensori
    12/05/2020 – dalle ore 15:30 – Microsoft Teams

Patrizia Livreri, ricercatrice e docente della nostra Università degli Studi di Palermo, incentrerà il suo intervento sui notevoli vantaggi delle nanotecnologie in biosanità. Un riguardo particolare sarà dato alle attuali possibilità dell’utilizzo delle nanoantenne, potenziali sensori impiantabili in grado anche di garantire un rilascio controllato del farmaco in sede di malattia.

Antonio Lombardo, Ingegnere Elettronico ed Elettrico attualmente alla University College of London, è un University Lecturer in Nanostructures and Devices presso il London Centre for Nanotechnology (LCN): illustrerà le attuali conoscenze in termini di sensoristica biomedicale, nonché le potenzialità del grafene nelle suddette applicazioni.

Tags: ,

Gli articoli più letti dell'ultimo mese: