Design Aeromeccanico di un Motociclo da Competizione Classe Moto 2

Vivere Ingegneria è lieta di presentare il secondo seminario organizzato in modalità telematica, che prende il nome di “Design Aeromeccanico di un Motociclo da Competizione Classe Moto 2”.

Il seminario si svolgerà nell’arco di un’unica giornata su Microsoft Teams in data 15/05/2020 dalle ore 15:30 alle 18:30

Il codice per accedere alla live del seminario verrà comunicato nel gruppo Telegram ufficiale dell’evento. Per essere aggiunti al gruppo basta iscriversi al modulo Google seguente. Il link del gruppo ti verrà fornito se l’iscrizione andrà a buon fine.

[ISCRIVITI QUI]



ATTENZIONE

1) Accedere al modulo Google con la mail istituzionale nome.cognome@community.unipa.it
2) Ai fini dell’attribuzione dei CFU è necessario stilare una relazione di circa 700 parole ( 1 pagina/ 1 pagina e mezza) in cui si descriverà brevemente di cosa ha trattato il seminario seguito. QUESTA PROCEDURA E’ NECESSARIA PER IL CONSEGUIMENTO DEL CFU.

Specifichiamo che il seminario è aperto a tutti coloro i quali vorranno assistere ma sarà attribuito 0.5 CFU agli studenti di Ingegneria Meccanica che consegneranno la relazione.

ABSTRACT

Il mondo delle due ruote viene presentato agli appassionati. Su cosa si basano i costruttori dei motocicli? Qual è il rapporto che si instaura tra il veicolo e la moto? Che regolamenti si devono seguire?
Tutto questo è spiegato in maniera approfondita nella giornata dedicata, cosicché anche voi potrete entrare nei box della Moto 2!

Il seminario avrà la durata di 3 ore, sarà presentato dal professore R. Ardito Marretta e si articolerà in quattro fasi:

  1. Avamprogetto basico del motociclo classe Moto 2, nel rispetto dei regolamenti attuali FIM (telaio, sovrastrutture ed elementi aerodinamici)
  2. Processing del modello (definizione delle geometrie complete, discretizzazione, mesh, condizioni al contorno nei vari assetti, interazione motociclo-pilota)
  3.  Processing fluidodinamico (metodo dei volumi finiti, RANS, modelli esplicito ed implicito, modelli fluidodinamici di turbolenza),
  4. Postprocessing (analisi dei parametri aeromeccanici nei vari assetti, determinazione delle variabili di interesse

N.B. In seguito al seminario verrà pubblicato un articolo con un modulo Google in cui allegare la propria relazione per la verifica dell’elaborato e l’accreditamento del CFU.

Gli articoli più letti dell'ultimo mese: