Resoconto CICS in Ingegneria Gestionale – 13 Luglio 2018

Venerdì 13/07/2018, alle ore 10:00, si è riunito in aula Grasso il CICS di Ingegneria Gestionale, per discutere i seguenti punti all’ordine del giorno:

COMUNICAZIONI

  • Procedure per la consegna informatica dei registri delle lezioni
  • Assolvimento OFA a.a 18/19: Si comunica alla popolazione studentesca che gli OFA vanno assolti durante il primo anno di corso, se questo non avvenisse, le materie degli anni successive non saranno convalidate.
  • Lipari consulting accademy“: Attività rivolta ai laureandi del 2° anno magistrale, che si svolgerà nei giorni 12 e 13 ottobre, appena saranno definiti i dettagli verrà pubblicato il bando sul sito Unipa.

RATIFICA DECRETI DEL COORDINATORE

Nelle scorse settimane sono pervenute al CICS domande di passaggio di corso. Tutte le richieste pervenute sono state accettate, in quanto soddisfacevano i requisiti richiesti.

APPROVAZIONE SCHEDE DI TRASPARENZA PER L’OFFERTA FORMATIVA 2018-19

Le schede di trasparenza sono state analizzate dal gruppo AQ riunitosi il 10 luglio, le discordanze presenti, in alcuni insegnamenti, sono state riportate dai rappresentanti a tale organo e hanno avuto un seguito, pertanto tutte le schede di trasparenza sono state approvate e nelle prossime settimane saranno disponibili sul sito Unipa.

ORARIO LEZIONI A.A 2018-19

E’ stata approvata la bozza di orario sia per la LT che per la LM. Gli orari sono stati stilati in modo da ottimizzare la disponibilità degli spazi ed in particolare:

  • Solo 1 aula per il I e II anno della LT (per usare 1 solo anfiteatro per entrambi gli anni)
  • Comprimere per quanto possibile l’orario del III anno della LT e “incastrarlo” con il III anno di Ingegneria Meccanica (per occuparne una)
  • “incastrare” il I anno della LM con le materie comuni del II anno della LM stessa, in modo da avere una unica aula  assegnata per i 2 anni per le materie seguite da tutti gli studenti (per le opzionali del II anno sarà più semplice perché le aule piccole disponibili sono in numero maggiore).

MODALITA’ ATTUATIVE DELLA PROVA FINALE DEI CORSI DI LT NON ABILITANTI IN VIGORE DALLA SESSIONE ESTIVA DELL’A.A 2018-19 PER LE CORTI IMMATRICOLATE DALL’A.A 2016-17 E SUCCESSIVE

La prova finale consiste in un colloquio. Il tema di discussione del colloquio è scelto dallo studente da una lista di argomenti predisposta dal Corso di Studi con propria delibera e pubblicata annualmente sul sito web del corso stesso. Per ciascun argomento il Corso di Studi indicherà un docente cui l’allievo potrà rivolgersi per definire al meglio lo specifico tema prescelto e per ottenere materiale bibliografico di cui il docente dispone.

Per l’esposizione lo studente utilizzerà un massimo di sei slide, contenenti una traccia dell’argomento da esporre, da consegnare alla Segreteria del Corso di Studio almeno una settimana prima dell’appello. La prova finale si svolgerà secondo calendario didattico della Scuola Politecnica e comunque successivamente all’ultimo appello di esami di profitto utile per i laureandi. L’iscrizione alla prova finale avviene con le stesse modalità seguite per gli altri esami di profitto. Il voto della prova finale è espresso in trentesimi con eventuale lode e la verbalizzazione avviene con le stesse modalità seguite per gli altri esami di profitto. In caso di mancato superamento dell’esame, lo studente può ripetere la prova per ottenere i CFU necessari per il conseguimento del titolo.

Il punteggio finale del voto di laurea sarà calcolato nel modo seguente:

  •  Media pesata dei voti in trentesimi conseguiti negli esami (compreso l’esame di Prova Finale), con peso i CFU assegnati all’insegnamento. Dovranno essere considerati anche i voti in trentesimi conseguiti in discipline eventualmente inserite in esubero, rispetto a quelle previste dal piano di studi dello studente, nella forma di “corsi liberi”. Nel calcolo della media pesata possono essere esclusi i voti di discipline non caratterizzanti, fino a un massimo di 18 CFU.
  •  La media pesata dei voti in trentesimi viene poi espressa in centodecimi (dividendo per tre e moltiplicando per undici).
  • Alla media espressa in centodecimi verranno poi aggiunti:
    a. un punteggio massimo di 3 punti in funzione del numero delle lodi conseguite dallo studente e nella misura di 0.5 punti per ciascuna lode;
    b. un ulteriore punto al laureando che abbia maturato esperienze all’estero nell’ambito dei programmi comunitari (Erasmus, Socrates, ecc.) o nella veste di visiting student, a condizione che lo studente abbia conseguito nell’ambito dei suddetti programmi almeno 15 CFU, o abbia conseguito attestati e/o diplomi di frequenza presso istituzioni straniere riconosciute dalla Struttura didattica competente, o nell’ambito delle attività previste dal regolamento del tirocinio pratico applicativo della Struttura didattica competente;
    c. due ulteriori punti al laureando che abbia completato i suoi studi nella durata legale del corso di laurea (entro la sessione straordinaria del terzo anno di corso);
    d. un punteggio aggiuntivo dovuto al profitto negli studi (6 punti se la media di partenza è ≥ 28; 4 punti se 28 > media ≥ 26; 3 punti se 26 > media ≥ 24; 2 punti se 24 > media ≥ 22; 0 punti se media < 22. II voto finale, risultante dai conteggi, sarà arrotondato all’intero più vicino (ad es. 102,5 pari a 103 e 102,49 pari a 102) .

TESI DI LM ALL’ESTERO: RICONOSCIMENTO DEI CFU

La prova finale vale 15 cfu pesati nel seguente modo

  • Svolgimento all’estero 75% dei cfu
  • Discussione a Unipa 25% dei cfu

TIROCINI, DOMANDE STUDENTI, ASSEGNAZIONE TESI

Tutti i tirocini sono stati approvati
La domanda dello studente Giuseppe Iacono è stata approvata dal CICS
Sono pervenute circa 16 richieste di assegnazione tesi per la sessione autunnale 2017-18

 

Per ulteriori dettagli, è possibile consultare l’Estratto del Verbale non appena sarà disponibile sul sito di UNIPA.
I Rappresentanti degli Studenti di Vivere Ingegneria sono sempre a vostra disposizione

Gli articoli più letti dell'ultimo mese: